Agenda Snadir

A. Abbate, G. Ragusa, G. Ruscica, O. Ruscica, E. Soccavo ISBN: 88-890-20-26-1 Pag.: 190
€15,00

A. Abbate, G. Ragusa, G. Ruscica, O. Ruscica, E. Soccavo

ISBN: 88-890-20-26-1

Pag.: 190

Consegnare un’agenda vuol dire condividere la consapevolezza della inafferrabilità e della inarrestabilità del tempo, insieme alla consapevolezza che si può condividere l’impegno a riempire ogni suo attimo di cose buone, come laboriosità, partecipazione, gusto della vita, gioia di sognare insieme e insieme realizzare i sogni sognati.

Apro per primo quest’agenda e la prima cosa che vi trovo è la sua ricca semplicità; l’abbiamo voluta leggera eppure ricca di funzionalità. L’abbiamo pensata perché sia fruita con utilità e piacere.

In apertura sono presenti delle note informative essenziali sullo stato giuridico, sulla funzione docente e sull’attività di insegnamento di noi docenti di religione.  

All’inizio di ciascun mese trovate una pagina di apertura, che abbiamo chiamato SNADIR DNA. Qualche parola “congressuale” indica una componente dello Snadir DNA che si vuole mettere in evidenza in ciascun mese. In questa pagina trovate pure delle indicazioni a forma di pro-memoria, di cose che, come iscritti allo Snadir, conviene

ricordare e fare.

Gli spazi per gli appunti di ogni giorno sono sobri e facilmente connessi con la pagina di calendario mensile, presa come punto di riferimento.

In appendice abbiamo pensato di mettere a disposizione due strumenti per noi docenti di religione: uno didattico ed uno sindacale, considerandoli un ulteriore modo di essere sempre con voi, come ci impegniamo a fare attimo per attimo.

Come si usa l’agenda Snadir-Adr 2012/2013?

Con intelligente libertà personale. All’inizio di ogni mese è riproposta, con una stampa più morbida, la piuma della copertina, segno di leggerezza e di energia insieme. Inoltre, a proposito di appartenenza e dunque identità, che significa anche Dna, viene riportata una citazione della relazione del Segretario Nazionale, Orazio Ruscica, esposta al congresso di Palermo. Sempre all’inizio di ogni mese, ci sono due righe finali di pro-memoria “da settembre a settembre”. Sul retro della pagina c’è, poi, la mappa dell’intero mese: ad ogni giorno della settimana corrispondono i numeri dei giorni di quel mese. Per esempio, prendiamo Gennaio, a pagina 54, lì vedrai che di lunedì vengono i giorni 7, 14, 21, 28. Le righe accanto ad ogni numero offrono lo spazio per segnare la pagina dell’agenda dove avrai scritto l’appunto o l’appuntamento. Pagine libere per persone libere.

(dalla presentazione)